IL FURGONCINO

Prima che Carlo e Laura mi adottassero ero abbandonato, solo e triste. Ora invece mi hanno trasformato nel più figo dei furgoncini. Diffondo la filosofia del pane, vino e rock’n’roll in giro per l’Italia e tutte le persone mi adorano.

CARLO & LAURA

Laura voleva viaggiare e avere un lavoro che glielo permettesse, mentre Carlo aveva abbandonato la Radio. Lʼaver appeso cuffie e microfono al chiodo ha spinto Carlo a coltivare unʼaltra sua passione: il cibo, quello buono però. Lʼidea di avere me - Il Furgoncino - è nata sulle tovagliette di ristoranti e pizzerie; si è evoluta viaggiando e navigando online… Ma il progetto si è concretizzato veramente nel 2013 quando sono uscito dalla carrozzeria con il mio nuovo colore, i fari accesi, un bel portellone e questi 2 tipi che parlavano una lingua un po’esotica, ma che a breve avrei imparato.

COME SONO NATO

panini-streetfood-pesaro

Da qualche anno avevo ricevuto il benservito... io, un Citroën HY nobile e storico messo da parte e sostituito con un moderno “coso” tedesco! Avevo girato tutta l’Europa con il Circo KNIE e proprio in quel periodo mi sono preso una zampata da un giovane elefante testardo. Sono stato poi parcheggiato in un prato umido e noioso vicino ad Avignone. Sentivo che la ruggine iniziava a impossessarsi delle lamiere, le gomme si afflosciavano e i miei fari si stavano ormai spegnendo definitivamente. Poi un giorno sono arrivati Jeff e Corinne, che di tanto in tanto mi facevano visita, con quelli che sarebbero diventati i miei nuovi proprietari. Quel giorno mi sono risvegliato dal mio torpore. Da una piccola macchina scesero 2 tipi mai visti che ho subito conquistato… Di lì a poco sarei diventato “Il Furgoncino” di Carlo e Laura.